Eze, fascino e tradizione della Costa Azzurra

Eze 11

Scritto da Norma Ricaldone, special guest writer

Cittadina medioevale arroccata su una collina, Eze domina dai suoi 400 metri di altitudine la costa sottostante, abitata fin dai tempi dell’età del ferro. Furono i Fenici che le diedero il nome in onore della loro dea Iside e dal 1388 passò ai Savoia. Saraceni e Francesi la occuparono e la distrussero ma, nonostante tutto ciò, la città fortificata costruita nel Medioevo resiste ancora oggi.

Passeggiando tra questi stretti vicoli e queste antiche dimore non è difficile immaginare la vita di un tempo.
Oramai boutiques ed ateliers di artisti hanno preso il posto di cantine e stalle per animali da soma ma il fascino resta immutato.

(Eze, vicoli della cittadina medioevale, ateliers di artisti e boutiques)

Eze 01
Eze 02
Eze 03
Eze 04
Eze 05
Eze 06
Eze 07

Certo, è un luogo molto turistico e forse è anche in parte ricostruito, ma i colori sono veri, i profumi autentici e se hai la fortuna di andarci non nei periodi di massima affluenza dei turisti, la cittadina è tua, sei quasi solo tra quelle mura secolari e se ti fermi ed ascolti bene riesci a sentire le pietre che ti parlano, ti raccontano la loro storia.
Merita una visita anche la bella chiesa di Notre Dame de l’Assomption la cui facciata in stile neoclassico contrasta con gli interni barocchi.

(Eze, Notre Dame de l’Assomption)

Eze 08

Tra i negozi bisogna ricordare le profumerie; la Francia infatti ha grandi tradizioni in materia. Due tra le più famose sono Fragonard e Galimard che si contendono il territorio con negozi e laboratori.
Ad Eze ci sono entrambe ed organizzano visite guidate ai loro Laboratoire du Nez dove si possono imparare tutti i segreti dei maestri profumieri.

(Eze, la profumeria Fragonard)

Eze 09

Man mano che si sale attraverso i piccoli vicoli, il panorama diventa sempre più affascinante, l’orizzonte si allarga e ti sembra di poter volare.
La bellezza di questa zona ha attirato molti VIP che hanno scelto queste verdi colline come loro residenza estiva.

(Eze, panorama)

Eze 10

Proseguendo il cammino si arriva al punto più alto di Eze dove si trova il Jardin Exotique, un bellissimo giardino botanico di piante tropicali che ha ispirato anche Nietzsche nel suo “Così Parlò Zarathustra”, ma questa è un’altra storia ….

(Eze, le Jardin Exotique)

Eze 12

 

(photos by Norma Ricaldone)

Rispondi