Vico del Gargano, il paese dell’amore

copertina giovedì-vicogargano

Il nostro tour dei borghi più belli d’Italia continua… Oggi vi portiamo in Puglia, la regione che caratterizza il cosiddetto “sperone dello stivale”. Infatti, lo spiego in particolare per i nostri lettori non italiani, osservando l’Italia si nota che ha la forma di uno stivale e la prima citata Puglia occupa l’area che corrisponde allo sperone/tacco…

vicogargano 1a

Una regione con una costa stupenda sulla quale si affaccia il Promontorio del Gargano, con l’omonimo Parco Nazionale del quale fanno parte anche le splendide Isole Tremiti, che è considerato, insieme al Salento, uno dei più importanti poli turistici italiani.

Vico del Gargano, conosciuto anche come il “paese dell’amore”, ha una particolarità nel fatto che il territorio comunale si estende dalla costa, con le spiagge di San Menaio e Calenella, fino ai rilievi montuosi del promontorio dove questo comune raggiunge i quasi 800 metri sul livello del mare.

vicogargano 3a

La presenza umana in questa area risale alla più remota antichità, si parla delle epoche paleolitiche e neolitiche, ma il centro abitato attuale risale al 970 d.C. grazie a degli slavi provenienti dall’Adriatico che, mescolandosi alla popolazione locale, lo costruirono su di una altura chiamata Tabor, rendendolo fortificato per difendersi dai nemici.

Il centro fortificato venne chiamato Vicus, che vuol dire “gruppo di case/villaggio”, prosperò e si sviluppò nel corso degli anni tanto che nel XII secolo attirò l’attenzione di Federico II che lo conquistò trasformando l’area in un territorio di caccia.

Le influenze di quel periodo sono sotto gli occhi di tutti nel centro storico del borgo, un insieme di suggestive strade, stradine e vicoli tortuosi sui quali si affacciano i caratteristici palazzi d’epoca che contribuiscono anch’essi a creare una atmosfera da salto indietro nel tempo.

Ma il centro storico del “paese dell’amore” custodisce il piccolo segreto del suo soprannome… Un vicolo lungo solo 30 metri e largo, fate bene attenzione, ben 50 centimetri e questo aspetto, si racconta, “costringeva” nei tempi passati, gli innamorati che lo percorrevano a sfiorarsi romanticamente, situazione che, a detta degli abitanti, si ripete ancora oggi in quello che è stato chiamato non a caso “il vicolo del bacio”…

Vico del Gargano, evidentemente non a caso anche questa volta, ha come santo protettore San Valentino, il patrono degli innamorati, aspetto che sicuramente accresce la sua fama di paese romantico nel quale tutti gli innamorati d’Italia vorrebbero trascorrere almeno un weekend e ai quali The Golden Scope consiglia di prenotarsi fin da ora per la prossima ricorrenza di San Valentino perché il 14 Febbraio del 2016 cade proprio di domenica…

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)