La Reggia di Caserta

copertina mercoledì-reggiacaserta

L’Italia è il paese con il maggior numero di siti inclusi dall’Unesco nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. I suoi 51 siti le consentono di avere questo primato grazie soprattutto, senza sottovalutare le bellezze naturali, agli splendidi monumenti che testimoniano della sua millenaria storia.

La Reggia di Caserta ed il suo meraviglioso parco sono due gioielli che sono stati inseriti dall’Unesco nel 1997 nella lista dei siti mondiali che, a mio modo di vedere, sono belli a tal punto che dovrebbero essere mostrati agli alieni il giorno che sbarcheranno sul nostro pianeta per mostrare la grandezza dell’umanità…

reggiacaserta 2a

Questo splendido esempio del barocco italiano è stato progettato nel ‘700 dall’architetto napoletano Luigi Vanvitelli su incarico del re di Napoli Carlo III di Borbone che, colpito dalla bellezza del territorio casertano di quell’epoca, decise di creare una degna sede di rappresentanza per il suo reame.

La reggia più che un monumento è in realtà un complesso monumentale… Infatti, con i suoi 45.000 m2 che comprendono 1.200 stanze, 1742 finestre delle quali 143 solo sulla facciata principale e 34 scalinate, è la dimora reale più grande del mondo!

Inoltre il bellissimo e enorme parco che la circonda si estende fino alla cima della collina antistante il palazzo ed è un fantastico insieme di giardini che ospitano suggestive sculture e fontane che regalano spettacolari giochi d’acqua grazie ad una serie di vasche comunicanti che fanno da cornice alla fantasmagorica grande cascata.

A rifletterci sembra incredibile che tutto ciò sia stato creato solo per una sede “secondaria” del regno dei Borbone è, ironia della sorte, il re Carlo che ne ordinò la costruzione lasciò il Regno di Napoli poco prima che questa fosse terminata perché salì al trono di Spagna e, quindi, si trasferì a Madrid.

Dalla sala del trono all’atrio con il monumentale scalone d’onore, dalla pinacoteca che raccoglie stupendi dipinti di scuola napoletana alla fontana di Venere e Adone, dall’appartamento nuovo costruito nella prima metà dell’800 all’appartamento vecchio nel quale è esposto un presepe napoletano dell’epoca tanto caro alla famiglia reale, tutto è assolutamente speciale e da vedere.

La reggia, estremamente scenografica sia all’interno che all’esterno, ha attirato l’attenzione di diversi registi negli ultimi decenni e fra questi spicca il famoso George Lucas che vi ha girato diverse scene dei films “La minaccia fantasma” e “L’attacco dei cloni”, ovvero primo e secondo episodio della celeberrima serie di “Guerre Stellari”.

Un’ultima “annotazione”… Nel 1861 nacque il Regno d’Italia e i funzionari sabaudi incaricati di censire tutto quanto contenuto nella Reggia di Caserta classificarono ed inserirono nell’elenco il bidet in questo modo: “oggetto per uso sconosciuto a forma di mandolino”. Erano proprio altri tempi…

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)