Rewind: Marina di Camerota, perla del Cilento

00 copertina baia-infreschi-alessandro_rizzo-2014_04

Marina di Camerota, in provincia di Salerno, è uno dei piccoli centri costieri italiani più belli, immerso nel Parco Nazionale del Cilento che è stato inserito dall’Unesco nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Le sue spiagge sono considerate fra le migliori d’Europa sia per quanto riguarda la qualità delle acque che per il contesto naturale.

Una delle sue caratteristiche principali è che, a differenza di altre località balneari anche più rinomate, Marina di Camerota ha mantenuto inalterato il suo centro storico con i suoi vicoli, le sue stradine che passano sotto arcate e volte e poi proseguono con ponti e scalinate molto suggestive.

A partire dal giugno 2011, insieme a Jesolo, è uno dei 2 centri italiani ad avere una spiaggia specificamente dedicata al turismo naturista.

Dalla fine della primavera fino all’inizio dell’autunno si svolgono diverse manifestazioni che contribuiscono a rendere ancora più piacevole il soggiorno dei vacanzieri.

Infatti l’ultimo weekend di maggio si svolge una manifestazione musicale, che dura 3 giorni, durante la quale le band e i cantanti sono impegnati fino a notte fonda. Tutti i concerti sono gratuiti e sul palco si esibiscono anche gruppi di danza di vario genere. Pensate che l’ideatore e  direttore artistico è il sacerdote don Gianni Citro.

Poi a metà settembre si svolge la Festa del Pescatore, nata inizialmente per commemorare appunto i pescatori presso la lapide che si trova nel porto locale. Col tempo, si poi è trasformata in sagra del pesce azzurro e comprende anche diverse iniziative culturali e spettacoli.

Nel 1962 la costa di Marina di Camerota, insieme a Palinuro, fu scelta come location del kolossal Gli Argonauti 2 di Don Chaffey, una produzione britannica.

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, e appartengono tutte ai rispettivi proprietari originali)