Heracleion, storia e mistero

0 copertina herleion6

Abbiamo già scritto alcune volte di immersioni subacquee nelle varie aree del nostro pianeta ma quella di oggi è diversa dalle altre: è una immersione archeologica….

Nell’antico Egitto esisteva una città di nome Heracleion, un porto commerciale molto florido che prendeva il nome dal personaggio mitologico di Ercole.

Conobbe il suo massimo splendore all’epoca dei faraoni ma poi, probabilmente a causa di una serie di terremoti e delle conseguenti inondazioni, scomparve tragicamente inabissandosi. Tutto ciò accadeva circa 1.200 anni fa….

Solo da pochi anni, grazie agli sforzi dei ricercatori, la città sommersa è stata rinvenuta al largo di Abukir, vicino ad Alessandria di Egitto, da un gruppo di archeologi dello European Institute of Underwater Archeology.

Si trova a 30 metri di profondità ed è stata scoperta dopo 4 anni di studi e ben 13 anni di scavi che hanno riportato alla luce reperti di straordinaria bellezza.

A conferma del fatto che Heracleion fosse un centro nevralgico del commercio nel Mediterraneo di quei tempi, sono stati rinvenuti 64 relitti di antiche navi, oltre 700 ancoraggi e diverse monete d’oro.

Inoltre sono stati ritrovati molti manufatti religiosi e una statua di pietra di 16 piedi che, probabilmente, ornava il tempio della piazza principale della città.

Ovviamente questa scoperta ha stuzzicato la fantasia di molti, compreso chi scrive, riguardo un altro mito dell’antichità, una civiltà scomparsa nel nulla e non ancora ritrovata, quella di Atlantide.

Comunque il ritrovamento della città di Heracleion mette in risalto ancora una volta la magia del bacino del Mediterraneo, un mare che anticamente è stato la culla di diverse civiltà che hanno influenzato e segnato indelebilmente la storia dell’umanità!

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)