I giardini del Castello di Trauttmansdorff

copertina giovedì-trauttmansdorff

Il Trentino Alto Adige è una delle regioni del Nord Italia con tante bellezze naturali. A Merano, in provincia di Bolzano, si trova il Castello di Trauttmansdorff che unisce l’aspetto storico a quello naturale grazie ai suoi splendidi giardini.

Le origini di questi ultimi risalgono al Medioevo, intorno al 1300, quando sull’area dell’attuale castello e dei suoi giardini esisteva il podere Neuberg con delle mura di difesa, le cui tracce sono visibili ancora oggi, e la cripta.

Intorno alle metà del XIX secolo il conte Joseph von Trauttmansdorff acquistò il podere e l’edificio abbandonati ed in rovina e fece costruire quello che oggi possiamo ammirare come il Castello di Trauttmansdorf circondato dai suoi giardini che in seguito furono poi acquistati da un’altra famiglia nobile, i von Deuster, che ne migliorarono ulteriormente la struttura.

Passeggiare nei giardini del castello non è solo suggestivo ma anche emozionante, soprattutto per gli appassionati del mito della Principessa Sissi, ovvero Elisabetta di Baviera, imperatrice d’Austria, che li visitò diverse volte in compagnia dell’imperatore rendendoli così famosi in tutto il mondo.

Sviluppati a digradare su di una superficie totale di circa 12 ettari, devono il loro splendore anche soprattutto al fatto che in oltre 80 ambienti botanici ospitano piante da tutto il mondo creando un effetto visivo gradevolissimo con un mix di colori molto particolare.

Le visite dell’imperatrice regalarono all’epoca a Merano la fama di “Città di Cura” poiché i più importanti giornali viennesi riportarono con entusiasmo il fatto che Elisabetta di Baviera, che non godeva di ottima salute, era notevolmente migliorata grazie ai soggiorni a Trauttmansdorff ed al clima mite di quella zona.

Dopo un periodo di abbandono, dovuto soprattutto alle 2 guerre mondiali, nel 1977 la struttura è divenuta proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano che, grazie ad una importante ristrutturazione, ha riportato all’antico splendore il castello con i suoi giardini che sono oggi meta di un continuo flusso di turisti sia nazionali che internazionali.

Questi giardini affascinano non solo gli appassionati di botanica ma anche la gente comune di tutte le età perché sono un perfetto mix di natura, storia e cultura, con l’imponente castello che sembra essere lì per proteggere la Principessa Sissi che, raccontano i più nostalgici, venga ancora a “passeggiare” fra le splendide piante, sedendosi poi sul trono di marmo che era stato appositamente posizionato, in occasione delle sue visite di quasi 150 anni fa, all’ombra di un vecchio castagno per permetterle di riposarsi nel suo luogo preferito.

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)