Escursione al Salar de Atacama

0 copertina giovedì-atacama

The Golden Scope vi ha già mostrato nel corso dell’ultimo anno alcune località molto belle e particolari del Cile, uno dei paesi più interessanti dell’America del Sud dal punto di vista naturalistico.

Oggi ci avventuriamo in una regione, situata nella parte settentrionale del paese, che ha il non invidiabile record di essere la zona più arida del nostro pianeta, con piogge praticamente inesistenti ed un cielo limpido di uno splendido blu cobalto: la Regione di Antofagasta.

atacama 2a

Il motivo di questa estrema aridità sta nel fatto che questa area beneficia di correnti fredde che provengono dall’oceano e, quindi, rendono assolutamente stabile la alta pressione, oltre alla sua posizione geografica che la vede circondata dai rilievi montuosi dalla Cordigliera Costiera e da quella delle Ande.

Nel bel mezzo di tanta desolazione si trova San Pedro di Atacama, un piccolo e caratteristico centro urbano “posizionato” a 2.500 metri sul livello del mare e non lontano da San Pedro, in direzione sud, si trova il Salar de Atacama.

Il Salar de Atacama è, strano a dirsi in una regione aridissima, un lago salino alimentato da diversi torrenti che scendono dalle Ande fino a questa fantasmagorica depressione del suolo che ha dimensioni imponenti: si sviluppa su oltre 300.000 ettari, è lungo circa 100 chilometri e largo 30.

Il sale presente nelle acque del bacino ha origine sia dalla dissoluzione dei sali minerali presenti nel suolo vulcanico sia dalle acque trascinate nella depressione dalle abbondanti precipitazioni che si verificano sulla Catena delle Ande.

Il clima estremamente arido dell’area del Salar de Atacama ne provoca quindi l’evaporazione lasciando qua e là delle pozze che si alternano a delle vere e proprie croste saline del suolo dando luogo a dei paesaggi molto particolari che fanno la gioia dei fotografi e di tutti coloro che possono ammirarli sul posto o, come tutti noi, dalle suggestive foto.

L’aria molto secca permette una visibilità quasi perfetta da un estremo all’altro della depressione ma l’aspetto più interessante è che essa crea degli effetti ottici che sembrano frutto di magia perché distorcono totalmente le distanze al punto che, ad esempio, si può vede una Jeep che attraversa il territorio lasciando dietro di sé una scia di polvere come se fosse molto vicina mentre invece si trova ad alcune decine di chilometri di distanza.

E se dopo l’escursione al Salar si rientra verso il centro abitato di San Pedro de Atacama, le guide del posto consigliano di fare tappa nella vicina Valle della Luna che all’ora del tramonto mostra le sue rocce “lunari” colorate che sembrano fare a gara con i depositi salini, i quali si colorano anch’essi grazie al sole calante, per attirare l’attenzione degli  sbalorditi turisti….

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)