La Boca, vivere a colori

copertina martedì-laboca

L’Argentina, un paese che comprende la gran parte dell’estremo sud dell’America Meridionale, deve il suo nome alla parola latina argentum (argento) grazie alla leggenda che racconta che la popolazione indigena della Sierra della Plata offrì dei doni in argento ai naufraghi di una spedizione esplorativa spagnola.

Buenos Aires, oltre ad esserne la capitale, è anche la città più popolosa con quasi 3 milioni di abitanti che raggiungono gli oltre 13 milioni con l’area metropolitana e, come in tutte le grandi metropoli del mondo, ogni quartiere equivale ad una cittadina sia come numero di abitanti che come caratterizzazione degli edifici.

La Boca è un quartiere di quasi 50.000 abitanti che originariamente, nell’epoca coloniale, era in realtà una  baraccopoli per gli schiavi di colore e che ha assunto il suo attuale aspetto di quartiere operaio grazie principalmente agli immigrati genovesi che alla fine dell’ottocento vi si stabilirono ed infatti ancora oggi gli abitanti del quartiere sono chiamati “xeneizes” cioè “genovesi”.

Sviluppatasi inizialmente intorno al porto, oramai in disuso, nato all’imboccatura (dalla quale il termine “boca”) della confluenza fra il fiume Riachuelo e il Rio de la Plata, La Boca viene considerata oggi una sorta di attrazione turistica non solo per i suoi caratteristici locali italiani ma anche soprattutto per le sue allegre case colorate.

Gli abitanti in origine utilizzavano per dipingere le loro abitazioni le rimanenze della vernice che serviva a dipingere le chiatte per il trasporto fluviale delle merci e questa oggi è diventata una vera e propria tradizione che incuriosisce e attira tanti turisti.

Non si può affermare di avere visitato Buenos Aires se non si è fatta la tradizionale passeggiata per il Caminito, la strada più famosa del quartiere La Boca dove, fra le case colorate e le bancarelle che vendono prodotti di artigianato locale, si esibiscono numerosi artisti di strada che catturano l’attenzione dei passanti.

Nel quartiere è nato ed ha trascorso la sua infanzia il famoso campione di calcio Diego Armando Maradona ed è facile imbattersi in gruppi di ragazzi che giocano con il pallone nelle strade, in prossimità di una gigantografia del loro amato “Dieguito”, dopo avere ascoltato gli anziani che raccontano di quando il Maradona bambino già incantava il quartiere con le sue magie…

La Piazza dei Sospiri, chiamata così perché da lì le donne vedevano partire i loro uomini sulle imbarcazioni… La mitica Bombonera, lo stadio che vide le prime imprese calcistiche del “pibe de oro” Maradona… I ballerini di tango che si esibiscono nelle strade… Le allegre case colorate nelle quali la gente semplice vive a colori… La famosa torta al formaggio che si può gustare nella Panaderia… Tutto questo è La Boca!

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)