Lo stupefacente Lago Rosa

copertina martedì-retba

Oggi The Golden Scope vi porta nuovamente in Africa, meraviglioso continente nel quale molti, a iniziare da chi scrive, vorrebbero vivere, lontani dal quotidiano stress cittadino e circondati dalla natura selvaggia e dagli animali.

Il Senegal è uno stato dell’Africa occidentale che si affaccia sull’Oceano Atlantico, ha un clima tropicale ed un territorio prevalentemente pianeggiante con una popolazione di poco più di 13 milioni di persone che vivono principalmente nella fascia costiera e quella dell’immediato entroterra.

Infatti l’interno del paese è arido e, quindi, inospitale e gli altri insediamenti abitativi si trovano solo in prossimità di bacini idrici poiché, ovviamente a causa del clima Tropicale, in mancanza di acqua la sopravvivenza sarebbe praticamente impossibile.

retba 3aretba 3b

Dakar è la capitale e la città più popolosa del Senegal con oltre 1 milione di abitanti del centro urbano che sommati a quelli dell’area metropolitana circostante superano i 2,5 milioni. Lungo la costa settentrionale, a circa 30 chilometri dalla capitale, si trova una meraviglia della natura…

Il Lago Rosa, il cui vero nome è lago Retba, è chiamato così per le sue straordinarie acque che cambiano colore a seconda dell’intensità del sole e durante la stagione secca, a causa di una particolare specie di alghe chiamate Dunaliella Salina che produce un pigmento rosso/rosaceo, diventano di un rosa stupefacente!

retba 5a

Questo lago è anche ad alta densità salina, simile a quella famosa del Mar Morto, ed è proprio questa caratteristica che alimenta le alghe che colorano il lago a tal punto che a vederlo da lontano si ha l’impressione di una illusione ottica dovuta al sole…

Inoltre la estrema salinità ha due vantaggi: il primo è che nei periodi più caldi rallenta l’evaporazione dell’acqua evitando che il lago si prosciughi e la seconda è che viene effettuata la raccolta del sale grezzo che, dopo essere stato essiccato al sole, viene venduto come materia prima.

Vedere l’estrazione del sale dall’acqua è molto particolare… Gli uomini, che si immergono fino al bacino, si spalmano innanzi tutto il corpo con burro di karitè per evitare la disidratazione e poi iniziano a staccare dal fondo le croste di sale che depositano quindi sulle loro piroghe. Una volta cariche, le imbarcazioni vengono portate a riva dalle donne che partecipano poi attivamente sul bordo del lago alla negoziazione con gli intermediari per la vendita del sale.

Questa ennesima meraviglia della natura del continente africano è separata dall’Oceano Atlantico da una sottile striscia di territorio ricco di vegetazione e alte dune di sabbia che contribuiscono alla spettacolarità del paesaggio e tutto ciò, oltre ovviamente alle acque rosa, non è sfuggito all’Unesco che sta valutando la possibilità di inserire nella Lista del patrimonio Mondiale dell’Umanità lo stupefacente Lago Rosa.

retba 9a retba 9b retba 9c

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)