Mergozzo e il suo lago

L’Italia è un paese a forte vocazione turistica ed essendo una penisola con oltre 7.400 chilometri di costa offre sia ai turisti nazionali che a quelli internazionali molte località balneari dove da nord a sud i vacanzieri possono godersi un piacevole soggiorno.

Ma l’Italia è in grado di offrire anche tanti altri tipi di vacanze, da quelle storico-culturali con visite ai tanti monumenti presenti nel paese a quelle invernali con le tante rinomate stazioni sciistiche presenti nella parte settentrionale su tutto l’arco alpino.

Fra le vacanze rilassanti quelle in riva ad uno dei diversi laghi presenti nel paese, anche in questo caso da nord a sud, è sicuramente da prendere in considerazione soggiornando in uno dei caratteristici e graziosi piccoli centri che spesso si trovano sulle sponde lacustri.

Mergozzo è proprio uno di questi piccoli centri, si affaccia sull’omonimo lago e solitamente in primavera, oramai ci siamo quasi, inizia ad accogliere i turisti che annualmente vi trascorrono un periodo di villeggiatura ma anche coloro che ancora non la conoscono e quindi decidono di trascorrervi un weekend.

Situato in Piemonte nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, conta circa 2.200 abitanti ed è considerato la porta meridionale della Val d’Ossola, un’area con interessanti bellezze naturali della quale abbiamo già pubblicato il nostro articolo : Il Parco Naturale della Alta Valle Antrona

Il simbolo più conosciuto di Mergozzo è sicuramente l’Olmo, una pianta secolare completamente cava che si trova nella piazza principale sulla riva del lago, ma questo suggestivo borgo offre ai visitatori anche due interessanti musei: il museo archeologico che custodisce le tracce dei popoli che anticamente hanno abitato il territorio dell’Ossola e l’ecomuseo del granito di Montorfano dedicato alla primaria forma di economia locale, l’estrazione e la lavorazione della pietra granitica.

Sia nel centro del paese che nelle frazioni limitrofe sono presenti alcune chiese che meritano una visita come la chiesa di Santa Marta che risale al XII secolo e l’oratorio di Santa Elisabetta eretto nel 1623, entrambe in Mergozzo, mentre nel villaggio di Montorfano è possibile ammirare la chiesa di San Giovanni Battista anch’essa del XII secolo.

Come avrete capito ci sono tutti gli elementi per una tranquilla e piacevole vacanza lacustre che durante il giorno può prevedere anche una passeggiata sulle rive del Lago di Mergozzo che misurano in totale circa sei chilometri mentre a sera vi consigliamo di girovagare fra le caratteristiche stradine del borgo di Mergozzo che sembrano quasi farsi largo a fatica fra le case in pietra addossate le une alle altre come se volessero sostenersi a vicenda.

 

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)