Realmonte e le sue bellezze

Anche questa settimana The Golden Scope vi parla della Sicilia, una splendida isola che è impossibile ignorare quando, come in questi giorni, arriva la primavera e si inizia a pensare al mare ed alle vacanze estive.

La scorsa settimana avevamo visitato Sperlinga, il borgo nella roccia nella provincia di Enna che si sviluppa nella zona interna dell’isola, una zona prevalentemente montuosa nella quale proprio sui rilievi si possono ammirare diversi suggestivi centri abitati.

Questa settimana abbiamo scelto una provincia che si affaccia sul Mare Mediterraneo, quella di Agrigento che fino al 1929 era la Provincia di Girgenti e che dal 2015 è denominata come il Libero Consorzio Comunale di Agrigento, un territorio anch’esso ricco di bellezze naturali e monumenti storici.

La città di Agrigento è infatti famosa sia per il suo caratteristico centro storico che dall’aprile 2016 è tornato a chiamarsi ufficialmente Girgenti che per cosiddetta “Valle dei Templi” che l’UNESCO ha inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità fin dal 1997.

A soli 15 chilometri da Agrigento si trova Realmonte, un paese con circa 4.500 abitanti posto su di una lieve collina che si affaccia direttamente sul mare e che nel suo territorio interno raggiunge i 400 metri di altitudine.

Il centro abitato si trova ad una altitudine di poco più di 100 metri sul livello del mare e questa posizione regala una bellissima visuale sul mare Mediterraneo che bagna l’area costiera caratterizzata da zone balneari come, ad esempio, Punta Grande e Capo Rossello.

In questa area sicuramente l’attrazione turistica più spettacolare è la Scala dei Turchi, una parete rocciosa a picco sul mare che, oltre al suo colore bianco ed alle sue strane forme, è molto nota in Italia anche per i romanzi di Andrea Camilleri, dai quali è stata tratta anche una serie televisiva di successo, che hanno come protagonista il Commissario Montalbano.

Inoltre, a circa 2,5 chilometri dal paese, c’è una antica miniera di sale che nasconde un tesoro incomparabile conosciuta come la “Cattedrale di Sale”, una meravigliosa chiesa di sale larga 20 metri, alta 8 e lunga circa 100, una opera unica al mondo realizzata dai minatori che al suo interno custodisce splendide statue e bassorilievi scolpiti nelle pareti di sale e roccia.

 

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)