Mantova, fra storia, cultura e natura

Siamo nel pieno della primavera ed è molto piacevole fare delle gite che ci portino in uno dei tanti meravigliosi centri abitati storici della penisola italiana o che ci mettano a contatto con la natura che, dopo il freddo inverno, si risveglia rigogliosa e colorata.

Mantova è sicuramente una cittadina con un centro storico che è un vero e proprio gioiello che è a sua volta circondato dalla suggestiva natura del Parco del Mincio per cui è la meta ideale per tutti coloro che prediligono entrambi gli aspetti delle gite primaverili citate all’inizio di questo articolo.

Basti pensare che nell’antichità i primi abitanti della cittadina furono gli Etruschi ai quali seguirono prima i Celti e poi i Romani che iniziarono le prime opere di fortificazione, periodo quest’ultimo durante il quale nacque a Mantova il poeta Publio Virgilio Marone da tutti conosciuto semplicemente come Virgilio.

Sono tanti i monumenti e i luoghi di interesse che incantano i visitatori a passeggio nelle stradine dell’incantevole centro storico che hanno consentito alla cittadina di essere inserita nel 2008 dall’UNESCO nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, da Palazzo Te alla Basilica di Sant’Andrea, dal Palazzo Ducale alla Cattedrale di San Pietro/Duomo.

Tante anche le altre costruzioni storiche tutte da ammirare, dalla caratteristica Casa del Mercante del XV secolo al Palazzo del Podestà detto anche “Palazzo del Broletto” risalente al 1227, dalla Torre dell’Orologio eretta nel 1472 alla Torre del Podestà che dal 1227 fa parte dell’omonimo palazzo e ci fermiamo qui non perché le altre non siano importanti ma solo perché altrimenti finiremmo con il trasformare questo articolo in una semplice lista…

Inoltre nel 2016 Mantova ha ricevuto dal governo italiano il titolo di “Capitale Italiana della Cultura” e chi volesse verificare se questo titolo è meritato può visitare, ad esempio, le sale stupendamente affrescate di Palazzo Te o il complesso architettonico del Palazzo Ducale che per estensione dei tetti è secondo in Europa solo al Vaticano.

E’ molto piacevole sedersi in uno dei numerosi e caratteristici bar/ristoranti del centro circondati da queste costruzioni che sono un mix di storia e cultura come la casa del pittore Andrea Mantegna o la casa di Rigoletto, famoso personaggio del quale Giuseppe Verdi ne musicò la storia con l’omonima opera.

Ma, a parte storia e cultura delle quali vi abbiamo già parlato, Mantova ha una terza componente che la rende veramente speciale e cioè la natura che circonda il suo affascinante centro storico, quasi a volerlo proteggere dal trascorrere dei secoli, con una serie di laghi formati dalle acque del Fiume Mincio: Il Lago Superiore, il Lago di Mezzo, il Lago Inferiore e la Vallazza che si possono ammirare facendo un tour con uno dei battelli che partono dal piccolo molo che si trova nei pressi dell’imponente Castello di San Giorgio.

 

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)