Nordlingen, la città nel cratere

La Baviera è uno dei 16 Lander della Germania, il più esteso con oltre 70.000 km2, il secondo per popolazione con i suoi 12 milioni e mezzo di abitanti ed essendo all’estremo sud della nazione confina con l’Austria, la Svizzera e la Repubblica Ceca.

Il suo territorio è ricco sia di bellezze naturali come le Alpi Bavaresi, le Prealpi e il grande fiume Danubio che di interessanti città tutte da visitare come la capitale del Lander Monaco di Baviera, Norimberga e Inglostadt che si affaccia sulle rive del grande fiume.

A nord del Danubio sulla “strada romantica”, uno dei percorsi turistici più famosi e frequentati della Germania, si trova una graziosa cittadina medievale di quasi 20.000 abitanti che vanta una affascinante storia ultramillenaria: Nordlingen.

Nordlingen ha una caratteristica “geografica” che attrae i turisti incuriositi da questo aspetto unico e singolare; è situata all’interno del cratere Nordlinger Ries che si è creato 15 milioni di anni fa per la caduta di un meteorite dal diametro di circa 1.500 metri, uno dei più grandi che abbia mai colpito il nostro pianeta.

Pensate che è stato calcolato che questo mostruoso meteorite al momento dell’impatto con la terra viaggiava a circa 720.000 km/ora che equivalgono a 20 km al secondo, una velocità assolutamente sconvolgente che consenti al corpo celeste di penetrare nella crosta terrestre per quasi un chilometro!

Il primo documento ufficiale nel quale si parla di Nordlingen risale all’ 898 e la menziona come “corte reale”. Oggi la cittadina ha mantenuto intatta la sua identità medievale con mura e fortificazioni tipiche di quell’epoca come l’imponente cerchia di mura che ne circonda il centro storico, mura percorribili a piedi nel cammino della guardia per la gioia dei turisti.

La sua suggestiva collocazione territoriale rende il centro abitato ancora più particolare di quanto già non lo sia e questo aspetto non è sfuggito al regista statunitense Mel Stuart che vi ha girato la scena finale, l’ascensore volante, del famoso film “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”.

Infine, a conferma di quanto Nordlingen sia unica nel suo genere, negli ultimi anni è divenuta famosa anche in Giappone dopo che il fantasioso fumettista Hajime Isayama, rimasto incantato dalla sua bellezza, l’ha scelta come ambientazione del suo manga “L’attacco dei giganti”.

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)