Il Giardino della Felicità

0 copertina martedì yuyu41506282

Chi scrive ha avuto, a suo modo di vedere, il “privilegio” di conoscere la Cina in generale e Shanghai in particolare agli inizi degli anni ’80, quando visitandole sembrava di essere su di un set cinematografico di un film ambientato negli anni ’50.

Tutto, dagli edifici ai lampioni di illuminazione, dalle auto, pochissime e solo governative, che circolavano all’abbigliamento della gente, i treni, le stazioni ferroviarie e gli aeroporti, tutto contribuiva a creare una atmosfera magica fuori dal tempo….

Oggi la Cina in generale e Shanghai in particolare hanno fatto un enorme balzo in avanti azzerando il divario che era stato creato dall’isolamento verso il mondo esterno dei tempi della rivoluzione culturale e proprio la grande metropoli è il simbolo della modernità cinese con i suoi spettacolari grattacieli.

Il giardino Yuyuan è una piccola oasi dei tempi passati che si trova proprio nel centro di Shanghai, vicino al Bund che è la storica strada che costeggia il fiume Yangtze.

Questo polmone di verde tra i grattacieli è stato creato durante la Dinastia Ming, quindi circa 400 anni fa, è uno dei più importanti e famosi della città e con i suoi due ettari di superficie all’interno della vecchia città è l’unico esempio di giardino tradizionale cinese.

Passeggiare fra piccoli ponti, salici piangenti, torrenti e laghetti nei quali “scorazzano” tantissimi pesci rossi, fa dimenticare di essere nel centro della delle metropoli più popolata del nostro pianeta, oltre 24 milioni di abitanti, fa perdere la cognizione del tempo ed è facile trascorrere anche alcune ore all’interno del giardino.

Le rigorose geometrie architettoniche, in base alle quali è stata realizzata questa oasi circa quattro secoli fa, regalano ai visitatori una piacevole sensazione di relax e serenità e, forse, è per questo che è stata chiamata Yuyuan che, tradotto letteralmente, vuol dire Giardino della Felicità!

zyuyuan-garden-district-night

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)