L’Arcipelago di Capo Verde

Anche questa settimana ritorniamo in Africa forse perché anche noi di The Golden Scope, come tanti altri abitanti del nostro pianeta che hanno visitato il continente africano, soffriamo di quel profondo e struggente “mal d’Africa” che non ti abbandona mai anche dopo anni da quella visita.

Durante la prima settimana di questo mese vi abbiamo mostrato l’arcipelago keniota di Lamu che si trova nell’Oceano Indiano, quindi ad est del continente africano, mentre per l’ultima settimana di settembre abbiamo scelto un altro suggestivo arcipelago che si trova invece ad ovest dell’Africa nell’Oceano Atlantico.

A oltre 500 chilometri dalle coste del Senegal si trova l’Arcipelago di Capo Verde costituito da 10 isole di origine vulcanica che emergono dalle acque dell’Atlantico settentrionale con il loro splendido patrimonio naturale che, con notevoli benefici per la povera economia locale. è stato recentemente scoperto dal turismo internazionale.

La Repubblica di Capo Verde ha poco più di mezzo milione di abitanti che fanno parte di etnie africane come Fula, Balanta e Mandinga ma in realtà la popolazione locale comunemente denominata “creola” trae origine dal fatto che nel corso dei secoli queste etnie si sono “mescolate” con altre europee come quelle Genovesi, Portoghesi, Veneziane, Inglesi e Spagnole.

La selvaggia e quasi incontaminata bellezza naturale di queste isole regala ai turisti paesaggi molto suggestivi che alternano scenari vulcanici quasi lunari ad una rigogliosa vegetazione di un verde intenso che deriva anche e soprattutto dal clima tropicale e dalla conseguente temperatura media annua di 26°.

In mare la temperatura dell’acqua, a seconda delle stagioni, oscilla fra i 22° e i 29° e le spiagge delle isole di Sal e Boavista, che si presentano contornate da un contesto desertico dovuto ai venti caldi provenienti dal Sahara, sono considerate da tutti coloro che le hanno visitate fra le più belle al mondo grazie alle turchesi acque oceaniche che accarezzano la sabbia candida.

La strategica posizione geografica nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico fa di questo arcipelago un vero e proprio paradiso per i surfisti che possono beneficiare di imponenti onde da domare che li conducono poi sulle strepitose spiagge di quello che, in lingua creola capoverdiana che deriva dal portoghese, viene chiamato “Cabu Verde”.

Passeggiare fra le strade di Capo Verde circondati da costruzioni dai colori vivaci mette allegria e ricorda una sorta di atmosfera caraibica quando ci si imbatte negli abitanti che, poveri ma allegri, passeggiano gioiosamente avvolti dai loro abiti variopinti e quando la sera ci si ferma su una spiaggia per ammirare un meraviglioso tramonto oceanico viene da chiedersi perché bisogna andare via al termine della vacanza…

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)