Le Isole degli Apostoli

Il Wisconsin è uno dei tanti stati federati degli Stati Uniti d’America ricchi di bellezze naturali, dai laghi alle montagne, dai fiumi alle zone costiere sia bagnate dagli oceani che dalle acque di uno dei tanti grandi laghi che caratterizzano soprattutto gli stati del nord.

Lo stato del Wisconsin, nome che deriva da un nome indiano che significa “il luogo dove viviamo”, si trova proprio nella regione dei grandi laghi e confina a nord con il Lago Superiore e ad est con il Lago Michigan e grazie ai suoi suggestivi paesaggi naturali è da sempre una delle mete preferite dai vacanzieri statunitensi.

Il suo clima freddo continentale lascia spazio a degli autunni brevi durante i mesi di settembre ed ottobre mentre già da metà novembre iniziano le prime abbondanti nevicate che durante la stagione invernale ricoprono quasi interamente il territorio grazie anche e soprattutto a delle temperature molto rigide.

Tutto ciò crea degli scenari naturali che presentano delle località in modo suggestivamente diverso ed al tempo stesso sorprendente fra l’autunno e l’inverno ed è proprio una di queste che oggi visiteremo : Le Isole degli Apostoli sul Lago Superiore.

Questo gruppo di 22 isole si trova di fronte alla Penisola di Bayfield e tutte, tranne l’Isola di Madeline, fanno parte del Apostle Islands National Lakeshore, uno stupendo parco che include circa 800 diverse specie vegetali che sono diligentemente protette e strettamente controllate dai rangers i quali nel periodo invernale, quello più a rischio di incidenti dovuti alle imprudenze dei visitatori, accompagnano i gruppi nelle visite ad una serie di spettacolari caverne.

Queste caverne, come dicevamo precedentemente per i luoghi che cambiano aspetto a seconda delle differenti stagioni, sono visitabili in primavera, estate ed autunno remando nelle verdi acque del lago con un kajak o con delle piccole imbarcazioni con le quali ci si può addentrare in queste cavità scavate dall’acqua nella roccia nel corso dei secoli.

Ma quando arriva l’inverno, come dicevamo molto freddo, madre natura cambia completamente l’aspetto di questa zona poiché il lago è ghiacciato e le già spettacolari caverne, che possono essere raggiunte a piedi camminando sulle acque ghiacciate, divengono assolutamente stupefacenti con il ghiaccio che nelle sue diverse forme si mescola alla roccia creando un connubio veramente unico.

Purtroppo tutto ciò resiste, ovviamente, solo fino alla primavera quando le temperature salgono e grazie al disgelo le acque del lago tornano a godere del tiepido sole mentre le caverne perdono tutti i loro “addobbi” di ghiaccio ma rimangono comunque tutte da visitare ed ammirare anche se, a detta degli abitanti del posto, è la “versione” invernale quella più bella che rimane, anche quando vanno via, negli occhi dei turisti oltre che nelle loro foto…

 

I   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)