Il borgo di Grazzano Visconti

0-copertina

L’Emilia-Romagna è una delle regioni italiane delle quali The Golden Scope vi ha già parlato diverse volte mostrandovi bellezze storiche come Rocchetta Mattei ma anche bellezze naturali come la Riserva Naturale Salina di Cervia.

In Italia la stagione autunnale, una stagione mite e dolce, spinge tante persone a fare delle piacevoli gite in particolare nel fine settimana visitando luoghi all’aria aperta a diretto contatto con la natura ed anche luoghi storici, antichi e affascinanti borghi che si trovano in tutta la penisola da nord a sud.

Oggi faremo una “gita” in provincia di Piacenza e più precisamente nel territorio del Comune di Vigolzone dove si trova un piccolo borgo di ispirazione medievale che conta circa 180 abitanti, il borgo di Grazzano Visconti.

Attorno al castello, che fu costruito nel 1395, nacque lo splendido borgo di Grazzano Visconti grazie a Giuseppe Visconti di Modrone che all’inizio dello scorso secolo curò il restauro dell’area e grazie al progetto dell’architetto Alfredo Campanini realizzò, praticamente ex-novo nell’area contigua al castello stesso, questo piccolo villaggio di ispirazione neo-medievale riconvertendo le vecchie case coloniche.

Varcare l’arco di ingresso del borgo è come attraversare un portale di una macchina del tempo che vi porta nel periodo medievale grazie ad una ambientazione veramente unica nel suo genere con vialetti di ghiaia e antiche dimore con le finestre decorate che vi danno la sensazione di essere in una fiaba…

Il castello, essendo di proprietà privata, non è visitabile ma lo splendido parco che lo circonda invece  si visita con gruppi guidati durante il weekend mentre durante la settimana occorrono almeno 20 persone per dare luogo ad una visita guidata.

Il parco ha una superficie di circa 150 mq2 ed ha al suo interno una chiesetta, lo studio del duca, il belvedere che si affaccia sul Rio Grazzano, un divertente labirinto e il Giardino all’italiana che sembra quasi essere accarezzato dagli alberi secolari della zona.

Il Conte Visconti creò il borgo non solo per rendere più gradevole l’area intorno al castello ma anche per creare delle strutture che permettessero di lavorare ai giovani che avevano frequentato la scuola di artigianato creativo realizzato in legno o ferro battuto ed ancora oggi, passeggiando fra le stradine del villaggio, esistono diversi negozietti ricchi di prodotti di questo genere che caratterizzano il Borgo di Grazzano Visconti.

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)