Passeggiata ad Haight Ashbury

copertina sabato-haightashbury

Gli USA sono un grande paese che fa correre il pensiero ad epopee come quelle del far-west, resa famosa dai tanti films che la efficientissima industria cinematografica di Hollywood ha prodotto e continua a produrre.

Hollywood in effetti è un distretto della città di Los Angeles, in California ma oggi The Golden Scope ha scelto di parlarvi non della celeberrima sede dell’industria cinematografica ma, bensì, di un quartiere molto particolare di San Francisco, altra famosa metropoli dello stato della California, che si chiama Haight Ashbury.

Passeggiando in questo quartiere si ha la sensazione di essere in un mondo parallelo dove il tempo si è fermato a qualche decennio fa…. Tutto, dai negozi con le loro insegne retrò alle caratteristiche e colorate abitazioni, dagli strani oggetti vintage che si trovano nei negozi al fortissimo odore di incenso che si avverte nelle strade di Haight Ashbury, contribuisce a creare una strana ma affascinante atmosfera!

Questo singolare quartiere ha visto nascere negli anni sessanta il movimento hippy che, a quell’epoca era identificato come quello dei cosiddetti “figli dei fiori”, un movimento che non esiste più da tempo ma che ha lasciato profonde e indelebili “tracce” in questo luogo.

Le nuove generazioni di abitanti hanno deciso di conservare la memoria storica degli hippies trasformando Haight Ashbury in una sorta di museo a cielo aperto nel quale spiccano le case vittoriane in legno dipinte con accattivanti colori pastello che, quando scende il buio, illuminano, insieme alle luci psichedeliche tipiche dell’epoca hippy, le colline prospicienti il Buena Vista Park.

Gli amanti dello shopping restano assolutamente estasiati dai negozi del quartiere che, oltre ad avere delle insegne tipiche degli anni 60/70, sono pieni di accessori di abbigliamento di quei mitici anni. Inoltre ci sono degli atelier di pearcing e tatuaggi, ovviamente tutti in tema, e dei negozi di musica che sono considerati il regno dell’indimenticato “vinile”, i famosi 45 giri e i 33 giri, denominati anche long-playing.

Ovviamente tutto ciò fa si che i visitatori passino delle ore in questi negozi, non uscendone mai a mani vuote, ma soprattutto gli intenditori di musica, dopo lunghe ricerche, spesso scovano delle vere e proprie rarità!

Infatti la musica ha avuto un ruolo fondamentale nel movimento hippy e Haight Ashbury, in un certo senso, ne è stato la culla… Al numero 710 di Ashbury Street si trova quella che è stata la casa dei Grateful Dead, mitico gruppo rock degli anni ’60 mentre al numero 2400 di Fulton Street è possibile vedere quella di un altro famoso gruppo rock di quei tempi, i Jefferson Airplane, che la dipinsero di nero personalmente.

Dopo oltre mezzo secolo la cultura hippy è ancora viva e presente in questo quartiere e tutti i visitatori si recano in “pellegrinaggio” nella parte orientale della collina del Golden Gate Park dove, ricordo nostalgico per tutti gli appassionati di quei mitici anni, George Harrison suonava la chitarra come un qualsiasi figlio dei fiori… Era l’estate del 1967!

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)