Bohol e le sue Colline di Cioccolato

a copertina giovedì- Bohol

Le Filippine, uno dei paesi dell’estremo oriente assolutamente da visitare per le sue innumerevoli bellezze naturali, sia sulla terraferma che subacquee, “disseminate” fra le 7.000 isole che ne compongono l’arcipelago.

Oggi The Golden Scope ha scelto di mostrarvi Bohol, una splendida isola che fa parte del gruppo delle Visayas e che non vanta “solo” suggestive insenature con accoglienti spiagge bianche che comunque non si trovano dovunque…

Bohol ha diverse particolarità, anzi unicità, a cominciare da quella storico/religiosa della chiesa più antica delle Filippine, la Cattedrale dell’Immacolata Concezione, situata nella cittadina di Baclayon che fu fondata nel 1596 dai gesuiti Juan de Torres e Gabriel Sànchez. La cattedrale purtroppo ha subito gravi danni durante il terremoto del 2013 ma noi ve la mostriamo come era perché siamo certi che sarà restaurata e tornerà presto al suo splendore.

Ma l’isola offre ai fortunati visitatori la possibilità di ammirare anche una particolarità/unicità naturale assolutamente impossibile da immaginare prima di averla vista: le Colline di Cioccolato, The Cocholate Hills.

Bohol 4a

Questa meraviglia della natura, oramai divenuta principale meta turistica delle Filippine, è costituita  da un’area dove, grazie a delle formazioni geologiche molto singolari, il paesaggio è dominato da colline tondeggianti e molto vicine le une alle altre che somigliano a delle gobbe di cammello.

Il colpo d’occhio è notevole in qualsiasi periodo dell’anno ma, durante la stagione calda, l’erba che ricopre totalmente le oltre 1.000 colline alte fra i 30 e i 50 metri, si secca divenendo di un colore marrone uniforme molto simile al cioccolato, aspetto che ha dato, appunto, origine al nome pittoresco di Colline di Cioccolato.

Un’altra particolarità è costituita dal Centro di Ricerca e sviluppo del Tarsio, un primate tipico delle Filippine che è a rischio estinzione. Anche solo guardando le foto è facile intenerirsi per questo simpatico esserino con occhi enormi che dominano il suo corpo, che raggiunge il “notevole” peso di 150 grammi, che arriva a misurare bel 40 centimetri dei quali, però due terzi sono rappresentati dalla coda…

Bohol, l’isola delle Colline di Cioccolato, le fantasmagoriche colline che, secondo una antica e romantica leggenda, si formarono perché un gigante di nome Arogo, che si era innamorato perdutamente di una fanciulla mortale di nome Aloya, alla morte della sua amata pianse talmente tanto che le sue lacrime vennero trasformate in colline come simbolo eterno del suo immenso dolore…

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)