La Cattedrale Azzurra

0 copertina lunedì cPatagonia-Chile-looks-like-something-off-a-postcard-.-.-.-or-out-of-a-dream

Oggi The Golden Scope vi porta in Cile, anzi più precisamente in quella parte della splendida e suggestiva Patagonia  che si trova nella zona al confine fra il Cile e l’Argentina, un’area dominata da una natura selvaggia che incanta chiunque abbia la possibilità di visitarla.

Ma, contrariamente a quello che si potrebbe pensare leggendo il titolo, non vi mostreremo una cattedrale intesa come costruzione e luogo di culto religioso ma, invece, potrete ammirare un’altra di quelle stupefacenti sorprese che madre natura ha creato in molte aree del nostro pianeta.

c1045 Marble_Caves_Patagonia-728x482

Infatti la Cattedrale Azzurra, conosciuta anche come Cattedrale di Marmo, è una spettacolare serie di caverne scavate dalla secolare azione corrosiva delle acque del lago chiamato Lago General Carrera per la parte cilena e Lago Buenos Aires per la parte Argentina.

Questo lago è di origine glaciale, traendo origine dalle Ande, ed è il secondo più grande dell’America del Sud, con i suoi circa 1.900 km2, dopo il più famoso Lago Titicaca.

Il colore azzurro “piscina” delle sue acque pare sia dovuto sia al riflesso del limpido cielo cileno che ad un particolare fango che proviene dai ghiacciai andini che alimentano il lago.

Inoltre il colore delle acque è “condiviso” con le pareti delle caverne creando, nei visitatori che si avventurano nell’esplorazione di queste ultime, la sensazione di entrare in un mondo extraterrestre….

In questo mondo quasi irreale tutto diventa azzurro, anche la barca o il kajak con il quale si percorre il dedalo di caverne fra loro comunicanti e in alcuni punti vicini all’uscita il riflesso del sole non permette più di distinguere dove finisce l’azzurro dell’acqua e dove inizia quello delle pareti marmoree della Cattedrale Azzurra, una delle tante meraviglie nascoste del nostro pianeta!

z terra del fuoco cile 1 z terra del fuoco cile 2

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)