Le lucciole delle Grotte Waitomo

copertina lunedì-waitomo

La Nuova Zelanda, un paese insulare, con una natura meravigliosa che è stata mostrata al mondo in diversi film famosi, costituito da due grandi isole, l’Isola del Nord e l’Isola del Sud, e molte isole minori.

Una affascinante leggenda Maori racconta che le due grandi isole ebbero origine ai tempi del semidio Maui che era solito pescare insieme ai suoi fratelli a bordo della sua canoa, l’Isola del Sud. Un giorno riuscirono, dopo una lunga lotta con lui, a pescare un grande pesce che divenne l’Isola del Nord, chiamata in lingua Maori Te Ika-a-Maui che vuol dire “il pesce di Maui”. Secondo la leggenda le valli e i monti dell’Isola del Nord derivano dai numerosi colpi inferti al pesce per catturarlo.

waitomo 2a

Oggi l’Isola del Nord ha diversi punti di interesse fra i quali le città di Auckland e Wellington e la fantasmagorica località che vi mostriamo oggi: le Waitomo Caves, non a caso conosciute anche come Glowworm Caves cioè le Grotte delle Lucciole…

Questo enorme complesso di grotte calcaree, formatosi 30 milioni di anni fa a causa dell’erosione creata dall’Oceano Pacifico, ha la particolarità di essere visitabile regalando, quindi, a chi le esplora uno spettacolo assolutamente straordinario.

waitomo 4a

Milioni di insetti stazionano sulla volta delle grotte illuminandole magicamente con un bagliore che varia dal verde al blu e Waitomo è l’unico luogo del mondo dove si verifica questo fenomeno naturale suggestivo e affascinante.

Ma l’aspetto che lascia tutti senza parole è che, pur essendo nelle viscere della terra, si ha la sensazione di avere sopra la testa un cielo stellato come quelli che si possono ammirare nelle notti più limpide.

Anticamente i Maori conoscevano l’esistenza delle grotte ma poterono raggiungerle solo nel 1887, anno in cui il loro capo locale Tane Tinorau e l’inglese Fred Mace le esplorarono grazie ad una zattera che, galleggiando sul torrente che scorre all’interno delle grotte stesse, permise loro di percorrerle interamente.

In seguito fu scoperto un altro ingresso che è quello attuale attraverso il quale il governo della Nuova Zelanda, che amministra dal 1906 il complesso, permette ai visitatori di tutto il mondo di ammirare il sorprendente fenomeno generato dalle lucciole delle Grotte Waitomo.

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)