L’Isola di Rugen

copertina venerdì-rugen

Fino ad ora The Golden Scope vi ha presentato diverse isole molto belle situate in diverse aree del nostro pianeta caratterizzate da oceani come l’Oceano Pacifico del Sud, l’Oceano Indiano e l’Oceano Atlantico e dal bacino del Mare Mediterraneo e quello del Mar dei Caraibi.

Oggi vi porteremo in un’isola che già dalla sua posizione geografica si presenta in modo insolito… Infatti si trova a nord del continente europeo, nel Mar Baltico di fronte alle coste della Germania della quale fa parte.

rugen 2a

Anche la splendida natura dell’isola di Rugen, che ha una superficie di quasi mille km2, è molto diversa dalle isole, prevalentemente esotiche, che abbiamo visto fino ad ora, a cominciare dalle sue splendide scogliere di gesso della costa orientale che sono famose a livello mondiale.

Antico insediamento di popolazioni slave, Rugen, collegata oggi alla terraferma dal lungo ponte chiamato Rugendamm, è lunga 52 chilometri e larga 41 e queste sue notevoli dimensioni le consentono di avere quasi 600 chilometri di coste ricche di promontori, baie e insenature.

rugen 4a

Nel passato più recente, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, personaggi politici e culturali tedeschi come il cancelliere Bismasck lo scrittore e saggista Thomas Mann erano soliti soggiornare sull’isola utilizzando le stazioni balneari Binz e Sellin.

Ancora oggi chi si reca nelle lussuose stazioni balneari di Rugen ha la sensazione di essere sul set cinematografico di un film ambientato agli inizi dello scorso secolo… L’atmosfera d’altri tempi avvolge i visitatori anche quando, per spostarsi dai lussuosi alberghi che li ospitano alle strutture balneari, percorrono il tragitto a bordo della ultracentenaria linea ferroviaria, der Rasende Roland, che viaggia alla velocità, anch’essa di altri tempi, di 30 km/h.

A conferma di quanto sia rinomata questa località, soprattutto fra i nostalgici di epoche passate, l’isola ha circa 77.000 abitanti ma nel corso di ogni anno si contano oltre un milione e 200mila arrivi di turisti.

Rugen, un’isola assolutamente da visitare immersi nella sua natura selvaggia, come ad esempio le spettacolari scogliere che si trovano al Konigsstuhl e che si raggiungono a piedi in un’ora dopo avere attraversato i boschi. E se si vuole scendere sulla splendida spiaggia baltica, bisogna percorrere “solo” 412 gradini…

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)