La Riserva Naturale Salina di Cervia

copertina venerdì-salinacervia

L’Emilia-Romagna è la regione che ospita il Parco Nazionale del Delta del Po, il grande fiume italiano che attraversa la pianura padana. Il parco, istituito nel 1988, comprende circa 54.000 ettari fra la provincia di Ferrara e quella di Ravenna e fa parte dal 1999 della Lista UNESCO del Patrimonio Mondiale dell’Umanità grazie alle sue bellezze naturali.

Questa grande superficie è suddivisa in 6 stazioni (aree) e una di esse comprende il territorio interno rispetto alla cittadina costiera di Cervia, territorio sul quale sorge la Riserva Naturale Salina di Cervia che oggi esploriamo con voi.

Cervia da sempre è legata al cosiddetto “oro bianco”, cioè il sale. Le prime tracce storiche delle saline risalgono al periodo etrusco e inizialmente la cittadina fu costruita proprio al centro delle saline stesse. Solo in seguito, nel 1697, Papa Innocenzo ordinò di costruire il centro abitato in una zona più salubre…

La Riserva Naturale Salina di Cervia è una area protetta e al suo interno, oltre ovviamente a flora e fauna, si trova uno stabilimento per la produzione del sale a raccolta industriale ma, aspetto veramente singolare, anche la antica e storica salina Camillone dove la raccolta del sale viene effettuata con metodo artigianale.

Infatti questa raccolta artigianale si svolge di giorno in giorno con degli attrezzi in legno che sembrano provenire da un’altra epoca, come in effetti il metodo che viene utilizzato nella salina Camillone, chiamato metodo “cervese”, che è stato tramandato di generazione in generazione fin dall’antichità.

Il parco è divenuto riserva naturale dello stato nel 1979 e offre dei paesaggi molto suggestivi popolati da specie rare come le rondini di mare, i fenicotteri e i cormorani, oltre a specie comuni come i gabbiani che provengono dal mare che dista solo poco più di un chilometro e mezzo.

La flora della riserva è vasta e varia e, oltre ad arricchire gli affascinanti paesaggi, è famosa sia per le piante con proprietà culinarie che, soprattutto, per quelle con proprietà medicinali che vengono ancora oggi utilizzate in erboristeria.

La Riserva Naturale Salina di Cervia, un parco di oltre 800 ettari tutto da scoprire e se vi troverete lì nel magico orario del tramonto potrete ammirare il sole che gioca con le acque delle vasche mentre  fenicotteri e altre specie di volatili acquatici, che siano a terra o in volo, contribuiscono anch’essi a colorare lo splendido paesaggio.

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)