Lo Yucatan e i fiumi sotterranei dei Maya

Il Messico geograficamente rappresenta la parte meridionale del continente nordamericano affacciandosi sullo splendido Mar dei Caraibi ma sicuramente questo non è l’unico motivo per il quale ogni anno milioni di turisti da tutte le parti del mondo lo visitano…

Il fascino irresistibile della antica popolazione Maya, con tutti i misteri ad essa legati che ancora oggi nonostante i tanti studi effettuati e ancora in corso risultano inspiegabili, attrae i visitatori in particolare nella Penisola dello Yucatan della quale The Golden Scope vi ha mostrato i luoghi di maggiore interesse storico/archeologico con l’articolo:

Lo Yucatan attraverso il fascino della cultura Maya

Ma lo Yucatan ha anche diverse altre attrattive che nel corso degli anni il governo messicano ha sviluppato con l’intento di promuovere il settore turistico sia nazionale che internazionale, dalle splendide spiagge al mare cristallino che “nasconde” a Cancun il museo fuori dall’ordinario del quale vi abbiamo parlato nel nostro articolo:

MUSA: the underwater museum

Oggi abbiamo scelto di mostrarvi i sorprendenti fiumi sotterranei dei Maya che si trovano nello spettacolare Parco di Xcaret, un mix molto ben riuscito di natura, cultura e divertimento che rende indimenticabili le vacanze di tutti, dalle famiglie con bambini agli sportivi e amanti dell’avventura…

La nascita del parco è stata a dir poco casuale… Nel 1984 il facoltoso architetto Miguel Quintana Pali acquistò una zona costiera nei pressi di Playa del Carmen con l’obiettivo di costruirvi una sontuosa villa dotata di un grande parco privato naturale ma, durante i lavori, scoprirono i tanti cenote, cavità nelle quali scorrono i fiumi sotterranei dei Maya, scoperta che convinse l’architetto a rinunciare alla sua dimora da sogno per creare un parco pubblico.

Sei anni più tardi fu inaugurato il Parco Xcaret, una grande struttura divenuta famosa per le sue oltre 40 attrazioni fra le quali le più “frequentate” sono quelle che consentono al pubblico di godersi diversi aspetti del mondo acquatico, sia marino che fluviale.

Nel mare limpidissimo e possibile immergersi circondati da flora e fauna multicolori tipiche della zona tropicale e nuotare, interagire e giocare con degli splendidi e simpatici delfini mentre l’escursione sul Rio Paraiso vi fa attraversare la jungla comodamente seduti su di una imbarcazione…

Ma il fiore all’occhiello sono proprio i fiumi sotterranei dei Maya, una esperienza unica che vi porta alla scoperta del fantasmagorico mondo sotterraneo della Penisola dello Yucatan, un’altra di quelle meravigliose destinazioni che il nostro pianeta ci regala continuando a sorprenderci con le “opere” di Madre-Natura!

 

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)