Lo stupefacente Lago Natron

copertina giovedì-natron

L’Africa, un continente dalla selvaggia bellezza, un continente nel quale, da nord a sud, “Madre Natura” si è impegnata particolarmente creando località, paesaggi e colori unici al mondo!

La Tanzania è un paese dell’Africa orientale che si affaccia sull’Oceano Indiano e che sicuramente rappresenta “degnamente” l’impegno di “Madre Natura” in quel continente!

Quella che oggi The Golden Scope vi mostra è una vera particolarità di questa nazione, un luogo dove i visitatori restano a bocca aperta e senza parole di fronte alla sua sconvolgente bellezza: lo stupefacente Lago Natron.

natron 3a

Questo lago alcalino, il nome deriva da Natrum che vuol dire soda, si trova nella Rift Valley africana a circa 600 metri di altitudine, nei pressi del confine con il Kenya, e sembra “accarezzare” dolcemente il Vulcano Gelai che, a sua volta, sembra essere lì proprio per proteggere il lago stesso….

La sua profondità è di soli circa 3 metri e l’estensione varia a seconda delle stagioni e, quindi, dell’evaporazione dell’acqua che crea, nella stagione asciutta, uno degli aspetti più spettacolari di questo specchio d’acqua: un intenso e caratteristico colore rosso, che nei punti meno profondi tende al colore arancio, che si alterna, qua e là, con delle striature biancastre dovute all’accumulo di sodio.

L’altro aspetto spettacolare è una conseguenza diretta di quanto appena spiegatovi. L’acqua del lago è assolutamente imbevibile per qualsiasi specie di animale e volatile ed è anche molto caustica per la pelle per cui l’unico essere vivente che riesce a sopravvivere in questa area è il fenicottero.

Infatti questo elegante volatile è naturalmente dotato di uno strato corneo protettivo sia sulle zampe che sul becco e l’aspetto spettacolare sta nel vedere questa suggestiva “coltre” di fenicotteri che solitamente ricopre la superficie del lago, circostanza che ha anche attirato l’attenzione della Disneynature, una delle divisioni della famosa Walt Disney Picture, che gli ha dedicato un documentario naturalistico dal titolo “Il Mistero dei Fenicotteri Rosa”.

Ma la caratteristica che ha veramente dell’incredibile, quasi ai limiti della fantascienza ma che è assolutamente reale e documentata da numerose immagini, è questa: circa 2 milioni di fenicotteri vivono e si riproducono in questo strano e ostile ambiente proprio perché l’invivibilità della zona tiene lontani i predatori e tutto ciò è “certificato” da foto sconvolgenti che ritraggono alcuni animali e/o volatili morti sulle rive del lago a causa della elevatissima salinità dell’acqua che li ha trasformati in una sorta di statue di sale!

Anche questo accade nel meraviglioso continente africano, il continente dello Stupefacente Lago Natron, il continente che genera in molti di quelli che lo visitano una struggente “malattia”: il mal d’Africa, quella dolorosa e meravigliosa sensazione che è un mix fra la nostalgia ed il prepotente desiderio di volervi ritornare al più presto perché, dovunque si viva abitualmente, dopo avere visitato l’Africa nulla può essere più come prima….

 

I L   V I D E O

 

(Tutte le foto sono prese da Google.com, tutti i video sono presi da YouTube.com, e tutti appartengono ai rispettivi proprietari originali)